Italian Poetry

Rossella Renzi, I giorni dell’acqua, Edizioni L’arcolaio 2009


La notte inghiotte il mondo, tutto è spento.

Una goccia di luce sul pavimento

è un colpo secco tra stomaco e gola.

Allora voglio rannicchiarmi

tra le branchie di mio figlio

stare lì finita, stringere

la vita fra le dita.

**

Tremano le mani

in ogni angolo della casa

dove alloggiano le ore più dure

i lividi sulle braccia e gli occhi

sulla carne incisi a fuoco.

Conservo con cura ogni goccia che cade,

il bianco delle ossa,

l’ombra curva della madre.

**

La pioggia mi strappa i vestiti

mi pulisce la pelle infetta.

Io chiudo gli occhi e mastico vetro

cerco riparo nella tua grotta

i capelli incrostati nel fango

così piccola in questa morte.

**

Arriva da sud la ragazza a piedi nudi

ha gli occhi freddi

un sogno inciso sulle braccia.

Impazzita di luce è la sua faccia.

Di lei devi prendere tutto

persino le briciole dalle labbra

l’odore di bestia in fuga.

**

Come un padre mi raccogli le braccia

e mi racconti una storia di bestie

orfane del branco e della sua discendenza.

Io nella bocca ho il sapore del ferro

mentre piano annuso la terra

cerco le tracce di una salvezza.

**

Perché se affondo voglio il peso di mio figlio

alle caviglie, fili di ragnatela

a sentire il limite della lingua

la lunga costa che ci separa.

È sole duro il canto di stasera.

**

Di sera quando puoi

metti una nota a margine

lascia sulle pagine

l’odore delle mani

perché domani, prima di partire

farò la punta a tutte le matite.

**

Cambia il vento.

Un tempo acerbo percuote il dorso

incide a fondo l’artiglio

ogni centimetro del mio corpo.

Altri popoli verranno a distruggermi

perché anche tu sei stato un popolo.

Colpivi silenzioso

agli angoli bui della fortezza

sepolta nell’acqua che riposa.

**

Rossella Renzi è nata a Castel S.Pietro Terme (Bo) nel 1977, vive a Conselice (Ra) dove lavora come insegnante. Sue poesie sono apparse sulla rivista “Graphie” (ed. il Vicolo, Cesena), sul bollettino “land|box” (1/2009) e nell’antologia Pro/Testo (Fara Editore, 2009), con una silloge intitolata Sull’orlo del mondo.

I giorni dell’acqua è il suo primo libro di poesia, uscito nell’ottobre del 2009 per la Casa Editrice L’arcolaio (Forlì).

Ha partecipato ha numerosi readings ed eventi legati alla poesia, tra cui il Poesia Festival dell’Unione Terre di Castelli (Modena), nell’edizione 2009.

In dialogo col musicista Mirco Mungari ha ideato un progetto di contaminazione tra parola e suono che ha per titolo mousikè techne, presentato in diverse occasioni, tra cui il Festival Lavori in corso d’opera di Massa Lombarda (edizione 2007) e il Festival di poesia e musica – “suoni – scritture contemporanee” (S.Lazzaro, 2008).

Dal 2003 è redattrice di “Argo – Rivista d’esplorazione” (Ed. Cattedrale, Ancona) e per la stessa cura la rubrica di poesia “Pezzi di vetro”.

Collabora con le riviste di letteratura e poesia “land”, “clanDestino”, “La Mosca di Milano”. Si è laureata in Lettere Moderne all’Università di Bologna, con una tesi sull’ultima produzione poetica di Montale.

Advertisements

4 replies »

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s